Abbazia di Monte Cassino
Fondata da S. Benedetto da Norcia, in età cristiana nel 529 d. C., l'Abbazia si ergeva sul luogo di una preesistente fortificazione romana, su un'altura posta a 519 metri sul livello del mare, dove si esercitava ancora il culto pagano in un tempio dedicato ad Apollo. Resa famosa dalla vita prodigiosa e santa del suo fondatore, Montecassino ha subito nel tempo una serie di distruzioni e ricostruzioni terminate con la definitiva rinascita nel 1964. Particolarmente funesti i bombardamenti che il monastero subì nel corso del secondo conflitto mondiale, che ridussero in un cumulo di macerie il luogo di culto. La città di Cassino e l'Abbazia si trovavano infatti in un punto strategico essenziale per la difesa tedesca, la linea Gustav, e subirono nel febbraio del 1944 sei ore di bombardamenti da parte degli alleati che risalivano verso la capitale. Solo grazie all'allora abate Gregorio Diamare e al tenente colonnello Julius Schlegel, i beni più preziosi di Monteccasino furono messi in salvo: le reliquie, i codici e le pergamene dell’archivio, la biblioteca, i quadri.
La maestosa biblioteca, frequentata da studiosi e laureandi di tutto il mondo, raccoglie oggi più di 70.000 volumi, 20.000 pergamene e 1500 codici.
La vita monastica dell'Abbazia si svolge secondo le regole del suo fondatore, scandita dai due pilastri della preghiera e del lavoro.

http://www.montecassino.it/

http://www.officine.it/montecassino/
Abbazia di Monte Cassino
 

PER OFFRIRTI UNA MIGLIORE ESPERIENZA QUESTO SITO UTILIZZA COOKIE DI PROFILAZIONE. CONTINUANDO LA NAVIGAZIONE ACCONSENTI ALL’UTILIZZO DEI COOKIE. PER SAPERNE DI PIÙ E PER MODIFICARE LE TUE PREFERENZE CONSULTA privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

EU Cookie Directive Module Information